ACQUA


  • Idrogeologia. Principi e metodi
    Gilbert Castany; Dario Flaccovio Editore, 1985.
    La idrogeologia è senza alcun dubbio una delle branche di maggiore interesse di quel complesso di problemi scientifici e tecnici, che costituiscono tradizionalmente quella disciplina che prende il nome di Geologia Applicata o Geologia tecnica. Questo volume compatto e unitario , dà una trattazione esauriente della complessa materia con una giusta angolazione interdisciplinare, in quanto concorrono in essa non solo la geologia e l’idraulica, ma anche la fisico-chimica e la biologia, senza peraltro privilegiare alcuna componente, ma tutte coordinate in un assieme felice.
  • Prospezioni idrogeologiche
    Pietro Celico; Liguori Editore, 1986.
    Il testo oltre ad essere un riferimento indispensabile per lo studio dell’idrogeologia, è una guida pratica per l’esecuzione di indagini finalizzate alla captazione e all’uso razionale delle risorse idriche sotterranee. E’ quindi indirizzato non solo agli studenti ma soprattutto ai professionisti impegnati nella ricerca, nella redazione dei piani di utilizzazione e nella gestione delle acque. Il testo è stato articolato in modo da introdurre gradualmente il lettore alla conoscenza dei principi fisici fondamentali che sovrintendono alla circolazione idrica sotterranea.
  • Le guerre dell’acqua
    Vandana Shiva; Feltrinelli Editore, 2003.
    L’acqua è insufficiente in Israele, India, Cina, Bolivia, Canada, Messico, Ghana e Stati Uniti. Le guerre dell’acqua non sono più un prevedibile evento del futuro. Sono già in atto: veri e propri conflitti che si stanno verificando in ogni società. Che si tratti del Punjab o della Palestina, spesso la violenza politica nasce dalla competizione per appropriarsi delle scarse e vitali risorse idriche.
  • Storia sociale dell’acqua. Riti e culture
    Paolo Sorcinelli; Edizioni Bruno Mondatori, 1998.
    L’acqua, elemento primario della vita, entrando in contatto con l’uomo assume mille facce e si impregna di mille significati. Diventa lo specchio delle paure e delle speranze, della ricchezza, della salute e delle malattie, del divertimento e del dolore degli esseri umani. Ricostruendo questo rapporto (attraverso fonti documentarie spesso marginali, opere letterarie, quadri e illustrazioni), Sorcinelli ripercorre la storia del rapporto tra l’uomo e l’acqua: una griglia di lettura originale, tramite la quale attraversare la storia sociale, la storia della nostra cultura e della nostra mentalità.
  • Il Manifesto dell’acqua. Il diritto alla vita per tutti
    Riccardo Petrella; Edizioni Gruppo Abele, 2001.
    Oggi oltre un miliardo e mezzo di persone non hanno accesso all’acqua potabile, nel 2020 saranno più di tre miliardi. E’ un’utopia pensare che tutti nel mondo potranno disporre dell’acqua fra vent’anni? Quali sono le soluzioni percorribili? E’ giusto privatizzare e lasciare al mercato il compito di risolvere il problema?Un’alternativa esiste, ed è quella che viene proposta dal Manifesto dell’acqu.L’acqua non deve diventare il petrolio di domani.
  • L’acqua. Nuovo obiettivo strategico mondiale
    Jacques Sironneau; Asterios Editore, 1997.
    L’acqua è una risorsa vitale ripartita in modo ineguale sul nostro pianeta. La rapida crescita demografica in alcune zone aride, l’incremento dei consumi, i pericolosi nazionalismi possono accentuare il carattere vitale dell’acqua, soprattutto se questi fattori sono concomitanti. L’acqua diventa un fattore economico determinante e quindi un obiettivo della politica nazionale e internazionale.
  • Acqua in movimento. Ripubblicizzare un bene comune
    Marco Bersani; Edizioni Alegre, 2007.
    Questo libro tematizza la complessità legata al problema dell’acqua, sia a livello locale che globale. L’autore affronta la crisi idrica planetaria e le politiche di privatizzazione portate avanti dallecorporations del settore e sostenute dalle grandi istituzioni internazionali (Fmi, Banca Mondiale, Wto), la storia della privatizzazione in Italia, le lotte e le mobilitazioni sociali che attraversano i continenti del sud del mondo. Per arrivare poi ad analizzare i percorsi di lotta nelle realtà territoriali del nostro paese, arrivando fino alla costituzione del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua e alla campagna nazionale per una legge di iniziativa popolare per la ripubblicizzazione dell’acqua.
  • Storia dell’acqua. Mondi materiali e universi simbolici
    A cura di Vito Teti; Donzelli Editore, 2003.
    Una storia dell’acqua, nei suoi aspetti biologici, materiali, sociali, religiosi e simbolici è destinata necessariamente a percorrere, traversandole, non solo le più svariate culture: l’acqua è essa stessa elemento trasversale, fluido, mutevole, multiforme, liquido, solido e gassoso che si riversa diversamente sulla terra, nella natura e nella storia.
  • Acqua. Argomenti per una battaglia
    Emilio Molinari; Edizioni Punto Rosso, 2007.
    Questo libro di base vuole offrire gli argomenti per una conoscenza del “problema acqua oggi”. Inquinamento e usi irresponsabili stanno pesantemente intaccando l’acqua potabile, bene indispensabile ma esauribile e di cui già un miliardo e duecento milioni di persone sono prive sul pianeta. Non è più tempo di indifferenza, bisogna proteggere questo bene comune e renderlo accessibile a tutti.
  • Acqua S.p.A. Dall’oro nero all’oro blu
    Giuseppe Altamore; Oscar Mondatori, 2006.
    L’acqua è il petrolio del nuovo millennio: sarà per accaparrarsi questa risorsa sempre più preziosa che si scateneranno i conflitti nel prossimo futuro; sarà quella semplice molecola di ossigeno e idrogeno a determinare l’andamento delle borse, a condizionare l’attività industriale e finanziaria di un mondo che produce e consuma a ritmi sempre più frenetici.E tanto più la domanda d’acqua cresce, tanto più in fretta corre quel processo inarrestabili che in tutto il mondo va sostituendo l’equazione (almeno teorica) “acqua = diritto” con la più redditizia “acqua = bene di consumo”.
  • Qualcuno vuol darcela a bere. Acqua minerale, uno scandalo sommerso
    Giuseppe Altamore; Fratelli Frilli Editori, 2005.
    Questo libro spiega quali interessi hanno spinto l’industria dell’acqua minerale ad usare ogni mezzo per condizionare le scelte del Parlamento, fino a bloccare almeno due tentativi di riforma della normativa che regola il settore. Che cosa hanno da nascondere i produttori di acqua minerale? Che cosa hanno rischiato i consumatori che tuttora non possono sapere che cosa si nasconde nella bottiglia?
  • Acqua bene comune dell’umanità –
    Quaderni di Alternatives Sud. Edizioni Punto Rosso, 2002.
    Il problema dell’acqua è ormai di centrale importanza per il futuro dell’umanità. La gestione delle risorse idriche si colloca sempre di più in un contesto globale di rapporti sociali ingiusti ed è fonte di conflitti nazionali e internazionali. Il testo affronta il tema dell’acqua dove è più urgente ed evidente, il Sud del mondo. E’ da questa prospettiva che la questione dell’acqua viene affrontata con diversi saggi che riguardano l’India, Paesi del Sahel, il Medioriente, Bangladesh, Lesotho, Kenia, Perù, Bolivia.
  • L’acqua come cittadinanza attiva. Democrazia e educazione fra i Nord e i Sud del mondo
    R. Albarea, M. Moretuzzo, R. Petrella, P. Tomasin. A Topolini, F. Virgilio, D. Zoletto. EMI, 2003.
    L’acqua è vita. L’acqua è il bene comune dell’umanità. Il diritto all’acqua è un diritto umano che i governi dovrebbero garantire attraverso scelte politico-sociali e non economicistiche. L’acqua è una risorsa insostituibile e come tale va trattata , regolata e amministrata praticamente, giuridicamente e costituzionalmente. Questo libro nasce dall’esperienza di un corso di formazione per insegnanti, educatori e operatori del mondo scolastico e non, dedicato al tema dell’educazione all’acqua come educazione alla cittadinanza attiva.
  • Acqua e comunità. Crisi Idrica e responsabilità sociale
    Colin Ward; Eleuthera Editrice, 2003.
    L’acqua, risorsa primaria per l’esistenza umana, è un bene comune che appartiene a tutti. Tuttavia l’acqua va sempre più diventando una merce. Una merce controllata non dalle comunità locali ma dai poteri forti, economici e politici. Colin Ward analizza l’ineguale distribuzione dell’acqua su scala mondiale. Questo libro riafferma l’esigenza di un controllo locale e comunitario sull’acqua, presentando un approccio insieme radicale e pratico alle tematiche ambientali.
  • H2O e le acque dell’oblio
    Ivan Illich; Macro Edizioni, 1988.
    Un libro dove si dimostra storicamente come l’acqua, da sostanza inesauribile che alimentava il corpo insieme allo spirito e all’immaginazione, è divenuta una formula inquinata di chimica industriale, dalla cui depurazione dipende la sopravvivenza umana. Si tratta di un’inchiesta sul mutamento delle nostre percezioni dello spazio urbano e delle acque che lo ripuliscono.